Blog

Autodesk annuncia AutoCAD 2018 e AutoCAD LT per Mac

Autodesk annuncia i dettagli della versione di aggiornamento 2018 di AutoCAD e AutoCAD LT per Mac.

Autodesk cerca i miglioramenti e le problematiche di interfaccia utente (UI) con AutoCAD sul Mac, a volte, come in passato, inventando le idee dell’interfaccia utente e prima distribuendole sulla versione Mac di AutoCAD prima che raggiungano la versione di Windows.

Novità di quest’anno sono le palette a schede in modo che gli utenti che lavorano con due monitor sul posto di lavoro ma con un monitor a casa abbiano molta flessibilità nelle disposizioni dell’interfaccia utente. “Significa che puoi dividere le palette e metterle tutte su un display mentre massimizzi lo spazio di lavoro sul secondo display”, afferma Rajeshree Dembla. Le palette sono anche contestuali e possono essere attivate dal prompt dei comandi oltre a fare clic su di esse direttamente. Aggiunge: “Un’altra novità è che puoi nascondere le palette all’estrema destra del monitor facendo clic sulle doppie frecce a destra.” Passando il mouse sopra il nome, la tavolozza torna indietro.

Mentre l’interfaccia utente consente una sempre maggiore personalizzazione nel modo in cui l’utente lavora, Autodesk in questa versione sta affrontando un punto dolente che ogni utente sperimenta durante l’aggiornamento alla versione successiva: la migrazione delle impostazioni personalizzate. Ora nella versione 2018, per la prima volta, l’utente può migrare senza problemi le proprie impostazioni e file personalizzati da AutoCAD 2017 per Mac a quest’ultima versione.

L’utilità di migrazione verrà automaticamente avviata la prima volta che l’utente avvia il nuovo AutoCAD 2018 per Mac. L’utente può quindi selezionare quali impostazioni migrare

Una grande novità per AutoCAD di quest’anno su Mac è l’editor di Command Alias. “Questa è una funzionalità che esiste già sulla versione di AutoCAD di Windows”, chiarisce Dembla quando gli viene chiesto, “ma ora gli utenti della versione Mac hanno la stessa potenza.” Se sei un utente che è stato addestrato ad usare AutoCAD con i comandi, allora questa nuova funzionalità sarà molto apprezzata.

Il comando Alias ​​Editor consente all’utente di creare scorciatoie per i comandi utilizzati più di frequente. Ciò significa che puoi creare i tuoi nomi (alias) per i comandi e inserirli al prompt dei comandi per minimizzare le sequenze di tasti ed evitare di dover memorizzare nomi di comandi lunghi e complicati.

Un’altra nuova funzionalità di AutoCAD 2018 per Mac è la possibilità di avviare una finestra di selezione in una parte del disegno, eseguire il pan e lo zoom su un’altra area del disegno e mantenere la selezione degli oggetti fuori schermo al completamento del pan o dello zoom .

Un’altra novità in questa versione è una grande revisione delle finestre di dialogo predefinite per la stampa e la configurazione delle pagine di macOS visualizzate nella versione precedente di AutoCAD per Mac. Autodesk ha fornito una nuova finestra di dialogo per l’impostazione della trama e della pagina che fornisce tutte le impostazioni in un’unica schermata, tra cui dimensione del foglio di stampa, orientamento, scala, stile di stampa, ombreggiatura della vista 3D e impostazioni di qualità e altre opzioni di stampa.

È inoltre possibile salvare le impostazioni e successivamente importare tali impostazioni e applicarle al layout attivo. E anche la creazione di una versione PDF della trama è semplificata.

E parlando di PDF, AutoCAD 2018 per Mac offre nuovi strumenti per supportare l’importazione di testo SHX da file PDF. Il formato PDF memorizza il testo utilizzando i caratteri TrueType. Tuttavia, poiché il PDF non supporta il testo che utilizza i font SHX di AutoCAD, gli oggetti di testo che utilizzano i font SHX vengono invece archiviati in PDF come oggetti geometrici.

Rajeshree Dembla ha chiarito che gli utenti hanno richiesto la gestione dei percorsi relativi per i loro file AutoCAD con riferimenti esterni. Ora nella versione 2018, esiste questa possibilità tramite il Reference Manager aggiornato. Quando si salva un file in una nuova posizione, all’utente viene anche richiesto di aggiornare i percorsi relativi dei disegni associati, supponendo che ci siano disegni associati.

Flatten è una nuova funzionalità (non disponibile nella versione LT di AutoCAD) che converte i disegni 3D in 2D creando automaticamente una rappresentazione 2D degli oggetti selezionati e li proietta sul piano di visualizzazione corrente. Ciò significa che puoi applicare questo comando ai diversi lati degli oggetti 3D, come l’elevazione di un modello 3D di un edificio o di un oggetto.

Rajeshree Dembla di Autodesk ha anche sottolineato il supporto di Apple Touch Bar per coloro che stanno lavorando sul nuovo MacBook Pro. Introdotto nella versione 2017 di AutoCAD, la personalizzazione della Touch Bar è ancora più semplice.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi