Blog

Autodesk Generative Design : pro e contro

Non tutti sono entusiasti della prospettiva di avere nell’intelligenza artificiale una grande parte del peso di progettazione. Il design generativo renderò i progettisti umani obsoleti? Assolutamente no, secondo Greg Fallon, Autodesk Vice-President of Simulation.

La posizione di Autodesk è che la tecnologia cambia il ruolo degli utenti CAD, consentendo loro di concentrarsi sul design invece che sul mantenimento del record. “Il design generativo cambia quel paradigma, rende veramente il design informatico”, ha detto Fallon; il software si presenta con le proprie soluzioni, piuttosto che semplicemente registrare quello che viene disegnato dal progettista. Con questa assistenza, i professionisti possono sfruttare al massimo la loro creatività e le loro competenze tecniche, Fallon ritiene: “Il design generativo è davvero inteso a dare super poteri a progettista o ingegnere”.

Un futuro in cui i progettisti sono superflui non è l’unica preoccupazione generata dal design generativo. “Le aziende dovranno capire come questa tecnologia si inserisce nei processi di progettazione esistenti”, ha osservato Fallon. “Posso immaginare che sia abbastanza distruttivo”. Quelle sfide di implementazione non comprenderanno un peso di formazione significativo, tuttavia: “Se avete un’istruzione di ingegneria di base, questi strumenti dovrebbero essere molto familiari per voi”, ha affermato.

Poi c’è la sfida di mantenere le apparenze. Gli oggetti creati con l’aiuto della tecnologia di progettazione generativa sembrano molto diversi da quello che abbiamo usato per vedere – sono stati descritti come organici, scheletrici e stranieri. Questo può essere un vantaggio in alcune applicazioni, ma un altro in altri. “Il problema estetico è quello che tutti dobbiamo capire” osservò Fallon.

L’azienda sta lavorando a dare ai progettisti maggiore capacità di perfezionare l’output di Autodesk Generative Design – “per renderlo più bello, o più simile al brand che il design rappresenta”, ha spiegato Fallon. Anche se queste modifiche sono attualmente eseguite manualmente, in futuro l’intelligenza artificiale potrebbe essere sfruttata per rendere i disegni conformi allo stile visivo di un particolare marchio, ha detto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi