Blog

Boston Accelerate Conference 2017 : la nuova piattaforma Autodesk Fusion cerca di migliorare lo sviluppo basato su cloud

Autodesk ha presentato una serie di nuovi toolkit alla conferenza Accelerate 2017 a Boston, all’inizio di questa settimana. Il primo è la piattaforma Fusion, una suite di prodotti intesi a incrementare la collaborazione e l’efficienza nei nuovi cicli di vita dei prodotti.

Autodesk afferma che la piattaforma Fusion può aiutare le aziende a risolvere complesse sfide di produzione nello sviluppo di soluzioni ad alta tecnologia. Il nucleo della piattaforma è Fusion 360, una raccolta cloud di strumenti per CAD/CAM e CAE. In teoria, i clienti possono progettare, testare e costruire un prodotto all’interno della suite Fusion.

Inoltre, la piattaforma Fusion sfrutta anche il Fusion Lifecycle per PLM (gestione del ciclo di vita del prodotto) e Fusion Connect per la gestione dei dati di IoT (Internet of Things). La piattaforma Fusion mira a servire come un’innovazione di prodotti e una suite di sviluppo per i clienti aziendali.

Autodesk mette in evidenza Advanced Oncotherapy, un’azienda che utilizza la piattaforma Fusion. Stanno cercando di migliorare i trattamenti del cancro riducendo la quantità di radiazioni tossiche a cui i pazienti sono esposti. L’Oncoterapia avanzata utilizza il ciclo di vita di Fusion per sviluppare flussi di lavoro e processi aziendali. Sta creando nuovi sistemi per trattamenti di terapia protonica che sono come meno costosi di quelli che esistono oggi.

“L’industria medica è eccezionalmente contraria al rischio. Uno dei motivi principali che stiamo usando il ciclo di vita di Fusion è quello di ridurre il rischio in termini di prodotto e in termini di risultato finale del trattamento dei pazienti “, ha dichiarato Neil Barker di Advanced Oncotherapy.

La natura basata sul cloud della piattaforma Fusion consente al team internazionale di collaborare e condividere dati da qualsiasi parte del mondo. “Stiamo operando un modello di produzione esternalizzato, quindi è importante essere in grado di condividere in modo sicuro i dati con i nostri partner e ridurre gli errori derivanti dalla miscomunicazione”, ha dichiarato Barker. “Le funzionalità di Fusion Lifecycle faciliteranno la collaborazione con i nostri fornitori e partner di produzione in tutto il mondo”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi